Qui pro quo

Manuela Losi

– Lo riconosce?
– Mah, non saprei… Potrebbe essere il cliente della 4, ma sa, a quest’ora della notte…
– Il cliente è in camera?
– Credo non sia ancora rientrato. Era al Carcere.
– Signo’, state sfottendo?
– E chi sfotte? I clienti volevano assaggiare il miglior risotto giallo della città e li ho mandati al Carcere. Dove dovevo prenotare, a Rosso Pomodoro?
– Pe’ carità, certe squisitezze non sono cosa per il carcere.
– Come no? Vi assicuro che è il piatto forte del ristorante.
– Signo’, qui la questione è seria, nun tenimm genio ‘e pazzià. Favorisca l’indirizzo.
– Ecco qui: Ristorante Al Carcere, Via della Malora… Se dite che vi manda il Bed and Breakfast la Villa può essere che vi preparino ancora qualcosa.

I due si precipitano fuori e mettono in moto la volante, partendo a sirene spiegate.
Il giorno successivo si legge sulla prima pagina del quotidiano locale: ARRESTATO PERICOLOSO OMICIDA SU CUI PENDEVA UN MANDATO DI CATTURA INTERNAZIONALE, SI TROVAVA IN COMPAGNIA DELLA CONVIVENTE IN UN NOTO RISTORANTE CITTADINO.